Elezioni Comunali 11 giugno 2017

Con decreto del ministro dell’Interno Marco Minniti, è stata fissata la data per lo svolgimento delle consultazioni per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, nonché per l’elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario per domenica 11 giugno 2017.  L’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci avrà luogo domenica 25 giugno.

 La scheda elettorale reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco,
scritti entro un apposito rettangolo, sotto ai quali sono riportati i contrassegni
delle liste con cui il candidato è collegato.
Al primo turno di votazione, l’elettore può scegliere di votare nei seguenti modi diversi:
 tracciando solo un segno sul contrassegno di lista preferito; il voto si intende
attribuito alla lista e al candidato sindaco collegato;
 tracciando solo un segno sul rettangolo che contiene il nome e cognome del
candidato sindaco preferito, non scegliendo alcuna lista collegata; il voto è
attribuito solo al candidato sindaco prescelto;
• tracciando un segno sul rettangolo che contiene il nome e cognome del
candidato sindaco preferito e un segno sul contrassegno di una lista ad esso
collegata; il voto si intende attribuito al candidato alla carica di sindaco e
alla lista collegata;
 tracciando un segno sul rettangolo che contiene il nome e cognome del
candidato sindaco preferito e un segno sul contrassegno di una delle liste ad
esso NON collegata (voto disgiunto); il voto è attribuito al candidato
sindaco prescelto ed alla lista votata.
L’elettore può, contestualmente, esprimere fino a due voti di preferenza per i candidati
consiglieri compresi nella lista prescelta, scrivendone i cognomi nelle apposite righe poste
a fianco del contrassegno di lista.
In caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso,
pena l’annullamento della seconda preferenza.

 

Elezione del sindaco:

E’ proclamato eletto sindaco il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti
validi (50% + un voto). Nel caso in cui nessun candidato ottenga tale risultato, si procede
ad un secondo turno di votazione (ballottaggio), da effettuarsi la seconda domenica
successiva, tra i due candidati sindaco che hanno ottenuto il maggiore numero di voti
validi nel primo turno di votazione.
Al secondo turno di votazione (ballottaggio), è proclamato eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti validi.

 

Elezione del consiglio comunale:

Nei comuni con popolazione da 100.001 a 250.000 abitanti (Padova 211.215 circa) sono eletti 32 consiglieri comunali.

Condividi questa notizia
Pubblicato in News

Lascia un commento